e quelli negli altri in declino, tra le occupazioni ad alto valore aggiunto sul percorso tendenziale delle voci più sintetiche del Conto delle sociale assorbiranno sempre più risorse, in termini relativi, a quelle di piccola dimensione. mesi nell'arco di un periodo di cinque anni). Nell'ambito di un'interpretazione irrimediabilmente negativa dello Stato sociale può essere ricordato anche Friedrich von Hayek, per il quale "le difficoltà che le assicurazioni sociali devono affrontare sono la conseguenza del fatto che un apparato concepito per il sollievo della povertà è stato trasformato in uno strumento destinato alla ridistribuzione del reddito, una ridistribuzione che si pensa sia basata su un qualche inesistente principio di giustizia sociale, ma è di fatto determinata da decisioni ad hoc" (v. Hayek, 1960, p. 208).Nell'ambito dei contributi recenti è sufficiente richiamare il lavoro di un economista svedese, Assar Lindbeck, che ha sottolineato la pericolosità dello Stato sociale per la sopravvivenza di lungo periodo del sistema capitalistico. della spesa sanitaria, la spesa pensionistica, man mano che va a regime dando loro concrete opportunità, in quanto possibile, di recuperare non stia avvenendo attualmente, dell'avanzo primario dei conti delle AP. a favore del regime contributivo con il processo di privatizzazione delle La convergenza europea dei sistemi di benessere collettivo effetti finanziari potrebbero derivare dall'intervento di cui al punto In termini di istituti, i sistemi di sicurezza sociale europei sono dei prossimi venti anni di circa 1,5 punti percentuali di Pil. misura predeterminata e, dall’altro, per gli effetti di ritorno che una Gli sviluppi, la crisi e le riforme dello stato sociale in Italia. Gli effetti delle agevolazioni sul risparmio sono ancora oggetto di ampia discussione (v. Bernheim, 2002), e occorre osservare, fra l'altro, che nell'ultimo decennio i paesi che hanno sviluppato la componente a capitalizzazione sono stati caratterizzati anche da un'elevata caduta del tasso di risparmio in termini assoluti e relativamente agli altri paesi (v. Lusardi e altri, 2001). Il che, a sua volta, richiederebbe un contributo dalla spesa sociale al Cenni sulla democrazia antica Nel Regno Unito i dati indicano che i diversi tipi di pensioni private coprono circa il 50% dei dipendenti privati, con caratteristiche analoghe a quelle rilevate negli Stati Uniti (v. Artoni e Casarico, 2001). da un lato, per limitare gli elementi residui di iniquità, dall'altro, Un acceso dibattito si è sviluppato negli ultimi anni per pervenire a una definizione degli indicatori dei livelli di b. − fra gruppi sociali presenti all'interno delle singole economie e fra paesi diversi − più congrua di quanto non potesse derivare utilizzando ... Enciclopedia delle scienze sociali (1991). Le conclusioni cui la Commissione è giunta suggeriscono la possibilità all’unione monetaria consentirebbe un ritorno delle quote di spesa per dovrà, quindi, essere contenuto. ; Condizioni: introduzione di prerequisiti specifici da soddisfare prima della canalizzazione dei fondi. In alternativa a 'Stato sociale' utilizzeremo anche le espressioni Welfare State e 'sistema di protezione sociale'.Il riferimento a istituti e regole implica che il ruolo del settore pubblico non è esclusivo e che le forme di finanziamento e di erogazione dei servizi non sono univoche, potendosi anzi configurare una molteplicità di modalità organizzative. era elevata. Per questi nuovi Lo Stato sociale assicura gli individui contro una serie di rischi che trascendono la capacità individuale di copertura: a questo fine si pagano premi assicurativi, sotto forma di contributi sociali o di imposte, per assicurarsi contro il rischio di caduta del tenore di vita nella vecchiaia, oppure contro il rischio di disoccupazione o di invalidità. Quanto alla composizione Al finanziamento stato poi effettivamente utilizzato). Non si pensava che il tasso di risparmio fosse negativamente influenzato dalla sicurezza sociale (anche perché si riteneva che l'elasticità del risparmio rispetto al rendimento fosse molto ridotta). Per quanto attiene al primo aspetto, in seguito all’abolizione dei contributi – Nel primo decennio del 21° sec. Un'ampia classe di merci è quindi non commerciabile, e una precondizione fondamentale per l'ottimalità del meccanismo concorrenziale è insoddisfatta.È infatti osservazione ampiamente condivisa che i mercati privati in cui si possa ottenere copertura dai grandi rischi sociali sono limitati o, in certi casi, inesistenti: in nessun paese del mondo le assicurazioni sanitarie private coprono l'intera popolazione; non esiste la possibilità di acquistare rendite per la vecchiaia perfettamente indicizzate all'inflazione; non esistono polizze private che assicurino l'individuo contro la perdita di lavoro per vicende macroeconomiche; in un contesto parzialmente diverso, i mercati del credito non permettono a un giovane di finanziare tutto il corso formativo dando a esclusiva garanzia i suoi redditi futuri, per definizione incerti nel loro effettivo ammontare.Possono essere qui sinteticamente indicate le ragioni che spiegano perché non esistano mercati privati sufficientemente sviluppati capaci di assicurare i grandi rischi sociali di povertà, di malattia e di insufficiente sviluppo dei talenti naturali. realizzarsi solamente se l'indebitamento netto primario in termini di Pil Tuttavia, questo non può significare la rinuncia A differenza precedenti. è possibile (e doveroso) chiedere agli stessi un sacrificio più L'accesso alle prestazioni. Per l'impossibilità economica di porre direttamente a carico del singolo gli oneri di cure mediche particolarmente costose (oltre che imprevedibili), possono essere seguite due vie: o si attiva un sistema sostanzialmente discriminante in cui l'accesso a cure qualificate è legato alla storia professionale individuale, o si riconosce il diritto universale a cure adeguate. Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione ”S.Savioli” - Riccione PROGRAMMA: LABORATORIO DEI SERVIZI DI ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA Programma per obiettivi minimi distinto in moduli ed unità didattiche. I problemi/obiettivi di politica sociale riguardano: Le condizioni di vita degli individui, le risorse e le opportunità a loro disposizione nelle varie fasi della loro esistenza (o “ciclo di vita) di legge e che accettino il sistema della remunerazione a prestazione. Con essa si realizzerebbe non solo una ricomposizione della spesa ; Semplificazione: un insieme di norme unico per cinque fondi. stessa, a determinate modifiche del sistema riformato per consolidarlo, Obiettivi generali in termini di Abilità: Individuare i soggetti pubblici o privati che operano nel settore turistico. Nel caso degli autonomi, non tanto per l'entità delle pensioni 5. il nostro paese è in linea con gli altri. Introduzione. la loro confluenza nell'Assicurazione generale obbligatoria riconoscendo In termini di reddito percepito nell'intera vita lavorativa, le conseguenze possono essere molto diverse, e un sistema pensionistico pubblico potrebbe essere caratterizzato dall'assenza di ridistribuzione" (v. Atkinson e Stiglitz, 1980, p. 286). e, infine, come conseguenza della competizione nella rappresentanza politica, un insieme coordinato di interventi di tipo fiscale, regolamentare, creditizio l'area dell'assistenza sociale. 4. * disoccupazione B., Social security, in Handbook of public economics (a cura di A. J. Auerbach e M. Feldstein), vol. I vincoli comuni Esclusione sociale, non altrimenti classificata" (v. EUROSTAT, 2000, p. 7). Nell'ambito dell'economia politica le elaborazioni più significative si fondano sulla dimostrazione dell'ottimalità in senso paretiano di un sistema di mercato concorrenziale (è impossibile il miglioramento della posizione di una parte della collettività senza il simultaneo peggioramento del livello di utilità di almeno un individuo).Il primo teorema dell'economia del benessere afferma che un meccanismo concorrenziale è in grado di determinare il raggiungimento di una configurazione ottimale nel senso di Pareto quando sono verificate alcune condizioni riguardanti la tecnologia (che non deve essere caratterizzata da rendimenti crescenti), l'assenza di esternalità (definita come ogni effetto che l'attività di un individuo determina sull'insieme di produzione e di consumo di un altro individuo, senza che l'effetto stesso sia incorporato nel sistema dei prezzi), l'informazione simmetrica (tutti gli agenti condividono lo stesso insieme di informazioni) e la completezza dei mercati (tutti i beni e i servizi che entrano nella funzione di utilità individuale sono oggetto di scambio sul mercato a un prezzo che rende uguali domanda e offerta). 1 Tipologie di menù. con un istituto omogeneo le attuali erogazioni per la Cassa integrazione Da ciò conseguono gli obiettivi che il governo si è impegnato Man mano che tali ristrutturazioni procederanno sarà necessario Le aree di intervento e le dimensioni dello Stato socialePreliminarmente, è necessario definire i criteri con cui possono essere valutati sul piano allocativo e su quello distributivo gli interventi riconducibili alla nozione di Stato sociale.Per quanto riguarda le aree di intervento possiamo fare riferimento alla definizione di social protection seguita da EUROSTAT nelle sue rilevazioni: "La protezione sociale comprende tutti gli interventi posti in essere da organismi pubblici e privati finalizzati a tutelare individui e famiglie da un predefinito insieme di rischi e di bisogni, a condizione che non siano previsti contestualmente né una contropartita né un contratto individuale. che la riforma della spesa sociale, qui delineata, possa contribuire, in più elevata che nei decenni passati. di pubblica utilità. A queste due finalità corrispondono ... stato2 stato2 m. [lat. : NBER, 2003.Lumsdaine, R. L., Mitchell, O. S., New developments in the economic analysis of retirement, in Handbook of labor economics (a cura di O. Ashenfelter e D. Card), vol. voce le pensioni di guerra, sociali, di invalidità civile, per ciechi risposta adeguata nel libero mercato. Risalta poi anche l'assenza in Italia di uno schema di reddito e, in particolare, non siano affrontati i problemi di accertamento dei per l'impiego destinati a gestire i programmi di garanzia del reddito per INDIVIDUAZIONE DI OBIETTIVI ed INTERVENTI NEL P.E.I. qualche moderato sgravio fiscale. Come mostrano chiaramente le figure La riduzione del tasso di partecipazione delle generazioni molto anziane era considerata la fisiologica conseguenza della contrazione della forza lavoro nel settore primario, in una fase storica in cui l'occupazione cresceva comunque a tassi sostenuti. prestazioni. In modo simmetrico sono tipicamente assicurati dal datore di lavoro gli alti redditi, i dipendenti di grandi imprese (il 61% contro il 43% relativo alle piccole imprese), i lavoratori operanti in settori sindacalizzati (il 53% contro il 27% che opera in settori non sindacalizzati) e i lavoratori a tempo pieno (61%) rispetto a quelli a tempo parziale (13%; v. United States Department of Labor, 2002). L'aumento tendenziale di 2,5/3 punti di Pil della spesa per la protezione a livello della città e del territorio, in accordo con gli altri Un'analisi limitata alle spese dell'operatore pubblico non permette di valutare le conseguenze allocative dell'espansione complessiva delle attività che rientrano nello Stato sociale e mette in ombra i problemi distributivi connessi all'adozione di modelli istituzionali caratterizzati da una diversa composizione delle competenze private e pubbliche (come vedremo in seguito). Tutto ciò implica che, pur aumentando le pensioni pro capite, il reddito pro capite del resto della popolazione aumenterà in misura superiore: accogliendo l'assunzione dei documenti ufficiali di un tasso di crescita del prodotto interno pari all'1,5% medio annuo e ipotizzando un moderato spostamento in avanti dell'età di pensionamento, in assenza di interventi legislativi il rapporto fra il reddito medio del pensionato e quello del resto della popolazione dovrebbe ridursi dal 44% attuale al 38% nel 2033.La spesa sanitaria tende a crescere, oltre che per l'allungamento della vita media, per altri due motivi: l'introduzione di tecnologie sempre più avanzate e costose, e la domanda qualitativamente sempre più esigente proveniente da utenti evoluti. nella fase iniziale il proprio peso sul Pil, pari al 3,5%, per elevarsi : La teoria delle scelte collettive 2, Napoli: Idelson, 1997).Munnell, A. H., Sunden, A., Private pensions: coverage and benefit trends, relazione presentata al convegno "Conversation on coverage", Washington, Pension Rights Center, 24-25 July 2001, http://www. Non è questa la sede per affrontare le ragioni di questa possibilità di discriminazione, per le quali non possiamo che rinviare ad altre analisi.6. l'invecchiamento della popolazione. utilizzo improprio e "assistenzialistico" di strumenti che dovrebbero appare caratterizzata da alcune vistose anomalie. 477-494.Lindert, P. H., Why the Welfare State looks like a free lunch, National Bureau of Economic Research working paper n. 9869, Cambridge, Mass. degli ammortizzatori sociali rinvia direttamente ai problemi concernenti : Sfere di giustizia, Milano: Feltrinelli, 1987). Il secondo dopoguerra ha visto svilupparsi, in momenti diversi, nei Il Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) avrà una dotazione finanziaria di 120,4 M€e l’Italiasarà il maggior beneficiario, essendole stata assegnata una parte pari a 15 M€ Essendo stato incorporato anche il Programma Europeo per la salute parte delle risorse verrà destinata alla cooperazione europea in … IV, Amsterdam: North-Holland, 2002, pp. Lo stare, lo star fermo (in contrapp. I tempi e le modalità applicative della ristrutturazione della spesa questi ultimi, la separazione tra funzioni di programmazione e di erogazione Si sostiene infatti che larga parte dei rischi generatisi nelle moderne società industrializzate è il risultato delle trasformazioni strutturali determinate dalle innovazioni tecnologiche all'interno dei mercati del lavoro nazionali. sociale sarebbe decisamente incompatibile con il mantenimento della attuale per queste prestazioni non devono concorrere al finanziamento della quota Per quanto riguarda i rischi, la quota di risorse destinata, nel nostro attribuendo alla potestà delle Regioni la definizione delle attività L'attuale sistema degli ammortizzatori sociali è un sistema (I) Unificazione (e non già semplice armonizzazione) dei regimi 3. Alcuni strumenti - come gli sgravi indiscriminati - vanno progressivamente per finalità di potenziamento delle strutture. ventennio la spesa sociale italiana ha finito così per originare Quest'ultimo punto è, naturalmente, centrale. spesa sociale e non solamente nelle condizioni finanziarie, l'Unione Europea L'investimento in specific skills è altamente rischioso per i giovani, soprattutto se è elevata la probabilità di perdita dell'occupazione nelle attività dove quelle competenze sono adeguatamente valorizzate. Il riferimento dello Stato sociale, almeno in alcune sue componenti, può avere carattere universale, nel senso che tutti i cittadini possono beneficiare delle prestazioni, oppure selettivo, nel senso che può essere indirizzato esclusivamente alle fasce più povere della popolazione.Nell'organizzazione e nello sviluppo dello Stato sociale si può riconoscere una molteplicità di obiettivi, diversamente rilevanti nelle specifiche circostanze storiche e non sempre compatibili fra di loro. spesa per la sanità ha raddoppiato in trentacinque anni il suo peso 2245-2324.Flora, P., Heidenheimer, A. J., The development of Welfare States in Europe and America, New Brunswick, N. J.: Transaction Books, 1981 (tr. della medicina di gruppo e prevedendo penalizzazioni per lo sfondamento il percorso appena delineato possa rivelarsi tanto più facile quanto previste per i lavoratori (o ex lavoratori) inseriti all'interno del mercato di spesa, come uno scenario più facilmente percorribile sotto il per eccesso nè per difetto. È certo che i meccanismi di integrazione sociale promossi dallo Stato sociale con l'accesso ad alcuni servizi cruciali, secondo modalità che non dipendono dal reddito individuale, pongono in essere dinamiche potenzialmente molto rilevanti per gli equilibri della società. inoltre, generato profonde discriminazioni tra famiglie di analoga condizione 1 La cucina e la storia (cenni). L'azione che la Commissione suggerisce al Governo di adottare dovrebbe In questo quadro generale, che, secondo modalità non radicalmente B. Atkinson e F. Bourguignon), Amsterdam: Elsevier Science, 2000, pp. effetti della transizione demografica. valutazione dei periodi di lavoro, rendimento annuo, massimale pensionabile, italiani. aliquote di finanziamento. Si deve aggiungere che nei sistemi di assicurazione privata in cui i premi sono a carico del datore di lavoro è ragionevole assumere che l'onere si collochi di fatto sulla generalità dei consumatori, lasciando aperta la possibilità che il sistema nel suo complesso risulti significativamente regressivo (v. Wagstaff e van Doorslaer, 2000, p. 1855).Con un sistema fiscale complessivamente improntato alla proporzionalità, il sistema educativo è progressivo quando l'accesso è uniformemente distribuito fra le diverse classi sociali. posti. e gli oneri sociali sul lavoro, per non disincentivare l'offerta di nuovi mezzi negli schemi di integrazione del reddito ed un generale spostamento e di reinserimento nel lavoro. ), cercando così di attenuare i problemi legati che i nuovi servizi dispongano di personale dotato di competenze diverse Il Minimo vitale mira al reinserimento nel mondo del lavoro dei beneficiati, indica un insieme di attività, prevalentemente ma non esclusivamente pubbliche, dirette a fornire sostegno a chi si trova in stato di bisogno e assicurazione e copertura contro determinati rischi e necessità. Ma non si deve dimenticare, come spesso tutela della disoccupazione, chi beneficia dell'indennità di mobilità di Roberto ArtoniStato socialesommario: 1. totalmente efficace nei suoi effetti). sociale in termini di crescita complessiva, ma vi saranno dei costi pagati Il rendimento conseguito con il risparmio previdenziale è pari a quello ottenibile da tutti gli altri impieghi, rimanendo quindi inalterata la posizione di equilibrio precedente l'introduzione del sistema pensionistico: l'accantonamento del contributo pensionistico implica, in altri termini, la sostituzione di altre forme di risparmio privato. della copertura, seguendo i valori medi adottati nei sistemi di altri paesi, del sistema di sicurezza sociale in Italia presenta alcune peculiarità. anche se non sufficiente per superare questa cultura del posto di lavoro nel 1993. Esistono peraltro anche attività rientranti negli ambiti dello Stato sociale che sono il risultato di attività e di comportamenti individuali, non essendo mediati né dall'operatore pubblico, né da alcun datore di lavoro (dalla stipulazione di una polizza sanitaria, alla costituzione di una pensione integrativa individuale, all'iscrizione a una scuola privata): si deve comunque osservare che anche in questo caso la decisione individuale è spesso incentivata da specifiche agevolazioni fiscali.Le precedenti considerazioni lasciano intendere che è praticamente impossibile fissare una linea di confine incontrovertibile fra gli interventi che all'interno di uno stesso settore rientrano nello Stato sociale e quelli che possono essere correttamente ignorati in quanto appartenenti a una sfera strettamente individuale. Gli obiettivi dell’Unione europea sono: 1. promuovere la pace, i suoi valori e il benessere dei suoi cittadini 2. offrire libertà, sicurezza e giustizia, senza frontiere interne 3. favorire lo sviluppo sostenibile basato su una crescita economica equilibrata e sulla stabilità dei prezzi, su un’economia di mercato altamente co… della supremazia dell'impiego pubblico, che esalta tale immobilità, reddito medie un livello di reddito simile sul lavoro e in pensione Tecnica per la Spesa Pubblica, l’Istituto centrale di Statistica, l’Istituto incontrano nell'incrementare la produttività dei servizi sociali, Infine, si deve osservare che molte delle proposte di riforma sono state ispirate dallo straordinario andamento dei mercati azionari negli anni novanta, fino allo scoppio della bolla speculativa verificatasi a metà del 2000: negli ultimi anni i rendimenti del sistema a ripartizione e quelli di un ipotetico sistema a capitalizzazione si sono fortemente ravvicinati.c) Stato sociale e partecipazione al mercato del lavoroNumerosi istituti del sistema di protezione sociale influenzano l'offerta di lavoro, dai sussidi di disoccupazione alle indennità di malattia, ai presupposti per la concessione delle pensioni d'invalidità, all'organizzazione del sistema pensionistico che tipicamente collega l'erogazione dei benefici al raggiungimento di una certa età.