Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più.

La Thailandia

“La perla d’Africa”, così Winston Churchill descriveva l’Uganda, magico punto di incontro di foreste, laghi, savane e zone umide che ha come risultato una incredibile biodiversità: qui il magico incontro con i gorilla...


di montagna. Il Congo, il solo nominarlo incute timore e curiosità, siamo nel cuore dell’Africa tra pianure, alture, laghi, parchi naturali e grandi varietà animali, tra cui i gorilla di pianura. Il trekking per vedere il gorilla di pianura orientale è attualmente aperto solo nella zona protetta del Parco Nazionale Kahuzi Biega. ’Uganda è il Paese che ospita oltre la metà della rimanente popolazione mondiale di gorilla di montagna, stimata intorno a 650 esemplari. Questi primati trovano il loro habitat ideale nelle foreste pluviali situate nella regione Sudovest del Paese. 360 gorilla vivono nel Parco Nazionale Bwindi Impenetrabile, dove ci sono cinque famiglie abituate a ricevere le visite dei gruppi di turisti. Un’altra famiglia abituata si trova nel Parco Nazionale Mgahinga Gorilla. L’incontro ravvicinato con i gorilla è la scelta numero uno tra le preferenze dei turisti che viaggiano in Uganda, in quanto si tratta di un’esperienza unica e indimenticabile. Si necessita la prenotazione in anticipo dei "permessi gorilla", ottenibili presso gli operatori turistici specializzati in viaggi in Uganda.